Archive for agosto 2018

A Genova!

21 agosto 2018

18 agosto 2018, ore 6:05, Legnano.
Parto per Genova.
Voglio andare a vedere il ponte.
Il ponte Morandi, crollato la mattina di martedì e sbriciolato, sotto la pioggia e sopra tutto il resto.
Ero indeciso, e sono ancora dubbioso adesso: oggi è lutto nazionale e ci saranno i funerali di Stato, troverò un casino allucinante, non so neanche se riuscirò ad arrivare lì (e a tornare a casa stasera).
Prendo due treni per arrivare a Pavia e da lì cercherò di rifare il percorso della Milano Sanremo anni ’20 fino a Voltri. Mi aspettano la strada nella stupenda pianura tra Pavia e Voghera, e il passo del Turchino. Poi da Voltri punterò il centro di Genova e vedremo.
E’ andata bene: ho trovato gli sterrati dopo Pavia, e a Voghera prima pausa colazione (a 40 km). Da lì strade secondarie con poco traffico verso Tortona, che mi perdo girandole intorno anzichè puntandone il centro, forse comincio già a essere un po’ stanco.
Passo davanti al Carrettino e prendo deciso il drittone per Rivalta Scrivia; mi fermo un attimo al cippo di Girardengo e continuo verso Novi Ligure. Qui un passante mi aiuta a non perdermi nel cercare la strada per Pasturana, così da arrivare a Basaluzzo e Predosa senza fare la statale. Da qui a Ovada ormai è fatta! A parte una maledetta foratura, a 10 km dal pranzo che comincia a sembrarmi un miraggio… la toppa non tiene, cambio la camera d’aria e poco dopo arrivo al Caffè Trieste in un misto di stanchezza, soddisfazione e preoccupazione: il Turchino ormai lo conosco, ma non l’ho mai affrontato con così tanti chilometri alle spalle (ne ho fatti 110, sono stanco e sono quasi le tre del pomeriggio).
Mangio famelico e mi rendo conto che il problema era solo quello.
Riparto alle 15.30, prudente e determinato. Dopo poco minuti prendo fiducia, le gambe girano, dai che sta salita me la mangio! No… Ancora?!? L’anteriore è di nuovo sgonfia… cosa cazzo succede? E adesso? Carosello di imprecazioni, con tutti i santi e le madonne a cantare insieme. Tento una doppia riparazione e delle due camere d’aria almeno una sembra tenere… riparto sconsolato, pedalo qualche minuto, dai che tiene, dai che andiamo! Attraverso Rossiglione e continuo, e quando comincio a fidarmi… niente, giù di nuovo. Gonfio più che posso e riparto senza illudermi, ma arrivo a Campo Ligure e trovo Diego e il suo negozio, il Dieghe Bike (dio benedica tutti gli ex-discesisti che aprono un’attività!); mi cambia la camera d’aria e me ne prendo una di scorta, riparto carico e in un attimo arrivo al Passo. Foto di rito e giù a tuono fino a Voltri, non ci credo, sono arrivato!
Prendo a sinistra per il centro e pedalando tranquillo ci arrivo. Non si può sbagliare: c’è gente che guarda da quella parte. Si vede proprio il troncone mancante, lontano. Provo ad avvicinarmi ed è così strano, tutto fermo, e dal punto in cui guardo non si vede quello che c’è sotto. Il ponte sembra un lavoro incompleto, non un disastro. Difficile da descrivere. Resto ancora un attimo e poi corro in stazione a prendere il treno per Milano. Il casino che mi aspettavo non esiste, è solo una domenica d’agosto con un sacco di gente che deve andare da qualche parte.
Qui il percorso

Annunci

Notturna sul Lago di Varese 2018

20 agosto 2018

28 luglio, sabato sera, luna piena.
Appuntamento alle 22 al solito Tigros di Buguggiate con Teo e gli altri DOCG e affini.
Il giro più liscio della storia, finito in due ore.
Qui il percorso