La Chiorda cambia vestito

Inverno 2015, si discute di giri in bicicletta.
Volessi farne uno lungo non potrei: non ho una bici da viaggio.
Ma non la compro, ne converto una dal mio parco macchine.
La Chiorda: scelgo lei per l’acciaio del telaio e per lo scarso uso dello scatto fisso (di cui comunque tengo tutti i componenti, per il prossimo attacco di demenza senile).
Primavera 2016, si comincia.
Monto le ruote descritte negli articoli della serie “Reno” su mozzi Campagnolo Record.
Revisiono movimento centrale (gabbietta sfondata!) e serie sterzo (una rinascita).
Guarnitura e pedivelle in alluminio anodizzato rosso, coi pedali della Titanio (non l’ha presa per niente bene).
Leve comandi, cambio e deragliatore Campagnolo (grazie Teo!).
Catena e pacco pignoni Regina Oro.
Non riesco a montare le pinze freni Balilla pistard che volevo perché la forcella da corsa è troppo corta, e ripiego su due Weinmann spaiate.
Manubrio contest rivestito in pelle, sull’attacco manubrio 3ttt in titanio di prima.
Parafanghi no, portapacchi sì, borse ancora da provare.
Impianto luci con Reelight e torcia anteriore.
La sella (Lepper in pelle bianca) non è cambiata. Neanche l’adesivo…

Una Risposta to “La Chiorda cambia vestito”

  1. viaggiatorierranti Says:

    Leggi anche: https://viaggiatorierranti.wordpress.com/2009/04/09/presentazione/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: