Gaiole in Chianti – Eroica 2015

Fine settimana di inizio ottobre nel Chianti.
Passiamo i giorni prima della corsa tra giri turistici nella zona e le bancarelle di Gaiole.
4 ottobre, domenica: la mattina sveglia all’alba per la colazione dei campioni. Arriviamo a Gaiole vestiti di tutto punto, andiamo alla partenza, ci timbrano i libretti gara, facciamo la passeggiata di 46km.
Via si parte. No, aspetta, piove! Fuori le giacche e le mantelle, si parte comunque. Dopo 5 minuti (e 1 km percorso) scatta la procedura di impermeabilizzazione di Giulia ad opera dell’amorevole Flavia.
E finalmente via per un’indimenticabile oretta in salita sotto la pioggia.
Dopo 10 km Annalisa si ferma un attimo… Che c’è, tutto bene? Insomma, io sono spompa… Bene! Anche noi!
Tragica riunione sott’acqua, la decisione è drastica: ritiro per il tandem blu di Teo e Irene, per la Cilo di Annalisa, e per la corsa azzurra di Giulia, lei ancora tonica ma ormai fradicia.
Proseguiamo io sulla Comerio e Flavia e Rik sul tandem verde.
Dopo un’altra oretta di pioggia saliamo a piedi al castello di Brolio e poi il tempo migliora. Saliscendi fino a Pianella e poi Vagliagli.
Noi non si fora mai, parliamone.
“Diego mi guardi la ruota che mi sembra di andare in altalena?”
“In effetti balla un po’”
Controllo veloce, cinque raggi rotti (cinque…).
“Ok statemi avanti che vi controllo, se sentite rumori sospetti fermatevi”
Pah! E’ partito il sesto…
Al quarto colpo la decisione: nove raggi rotti, si va a piedi.
“Ma almeno questo pezzo in discesa facciamolo in sella”
“Va bene, piano però!”
Fssssssshhhhhh!!!! Foratura…
Ultimo tratto a piedi fino al ristoro dei 32 km e inevitabile ritiro.
“Proseguo da solo e torniamo a recuperarvi con il Furgon”
Sta diventando un’abitudine…
Arrivo a Gaiole, faccio le foto di rito e torno a Dievole col furgone.
Rientriamo al campeggio distrutti, Riky più di tutti: lui e Flavia stanotte si fermano lì. Noi altri seguiamo Teo e Irene diretti a Casale Marittimo.
Ci ritroviamo il giorno dopo per un giro al mare e una mangiata come si deve.
Ricordarsi per l’anno prossimo, preparare meglio la forma fisica e collaudare i mezzi con maggiore anticipo.
C’è già chi parla di fare la 209 km…

Annunci

3 Risposte to “Gaiole in Chianti – Eroica 2015”

  1. littlehats Says:

    Gran bell’articolo, come sempre.
    Ciao
    Flavia

  2. Artica 2017 | Viaggiatorierranti Says:

    […] volta di Lonigo, il freddo è pungente ma secco, il morale è alto. Siamo il gruppo storico della nostra prima Eroica: Flavia e Riky, io Teo e Diego (Annalisa e Giulia alla prossima aspettiamo anche voi!), già […]

  3. La Wolter anni ’20 | Viaggiatorierranti Says:

    […] il virus si propaga subito: sono già stato coinvolto dal fenomeno delle ciclostoriche con l’Eroica di Gaiole 2015 e l’Eroica di Primavera 2016, e mi faccio procurare questo mezzo quasi centenario. Mi sento […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: