Archive for agosto 2014

Rivergaro, Val Trebbia

25 agosto 2014

Domenica 24 agosto, tra Piacenza, Gossolengo, Rivalta e Rivergaro.
Gran bella giornata, di sole e di gente.
Con Ricky e Flavia, Marco-sempre-più-guru-Donà e Sara, Annalisa e Giulia.
All’andata una trentina di km poco piacevoli, su strade troppo trafficate e decisamente non rilassanti.
La pausa pranzo (14:15-17:00) è stata eccellente, e ha polverizzato tutti i record precedenti (ovviamente escluso l’inattaccabile tempo di attesa dalle sorelle di Torba del 30 dicembre 2012…).
Ripartenza in sordina e stavolta sì che ritroviamo i nostri ritmi: 20 km di stradine secondarie o addirittura chiuse al traffico, andatura lenta solo in parte frenata dai sette anni di Giulia, la morsa del caldo che si allenta fino a sentire il fresco del tramonto.
Ho ancora addosso la sensazione di attraversare la campagna che si prepara per una nuova stagione.
Da una parte gli ultimi segnali della raccolta dei pomodori che si avvia al termine, dall’altra i campi dissodati a riposare.
E noi in mezzo. Anzi, dentro.

Annunci

Bicipace 2014 – Resoconto fotografico

19 agosto 2014

Domenica 1 giugno.
Gran bella giornata, gran bella gente. Come sempre del resto.
A cui aggiungo l’esaltazione per aver visto Giulia in sella anche per il ritorno!
Info

Vento.5

13 agosto 2014

Lunedì 11 – Quinta tappa (75 km): da Brescello a Ostiglia

Vento.4

12 agosto 2014

Domenica 10 – Quarta tappa (70 km): da Cremona a Brescello con sosta a Casalmaggiore.
Prima tappa in solitaria.

 

Vento.3

11 agosto 2014

Sabato 9 – Terza tappa da Piacenza a Cremona.
Nel pomeriggio di venerdì a Piacenza, la RockHopper viene gommata con coperture antiforatura: perchè considerare imprevisto un evento prevedibile?
Ora il nostro guru può affrontare il viaggio con il giusto stato d’animo.
Questa tappa con Ricky e Michele.

Vento.2

11 agosto 2014

Venerdì 8 – Seconda tappa da Belgioioso a Piacenza.
Si parte alle 9:15 dopo una seconda riparazione foratura alla gomma posteriore di Marco.
Strade laterali fino a Orio Litta. Da qui in poi proseguiamo lungo l’argine del Po.
Arriviamo a Piacenza alle 14 dopo 75 Km (media 19 km/h).
Pranzo giapponese con birra Sapporo insieme alla bella e inquieta Sara. Impensabile con gli altri Erranti…
Dopo pranzo mi sgancio e rientro a Milano col treno.
Buon viaggio Marco!

Vento.1

11 agosto 2014

Giovedì 7 – Prima tappa da Milano a Belgioioso (PV).
Primo pomeriggio, mi trovo con Marco a Milano e partiamo lungo l’alzaia Naviglio Pavese.
Passaggio veloce alla Certosa di Pavia e ripartenza per Belgioioso.
Arrivo alla Locanda della Pesa nel tardo pomeriggio, in tempo per una birretta gelata e una riparazione foratura giusto prima di cena.
54 km (media 19 km/h).

 

VENTO

6 agosto 2014

Marco Donà parte per Venezia.
Lungo la VENTO, per scoprire se la ciclovia Torino-Venezia è ancora solo un progetto o è diventata un fatto.
Lo accompagno per le prime due tappe, poi aspetterò notizie e foto da pubblicare appena possibile.
Queste le sue parole:

Buongiorno Erranti!

Ecco la prima roadmap per la nostra Vento.

Giovedì 7 – Prima tappa (55 km): da Milano a Belgioioso (PV) con sosta per la merenda a Pavia.
Si parte nel primo pomeriggio alle 14 circa. Il primo tratto, dopo la circonvallazione, è lungo il Naviglio Pavese fino a Pavia mentre da Pavia a Belgioioso è lungo la via Francigena; la sera si cena e si dorme a Belgioioso (PV), due le alternative:
– La Locanda della Pesa, via XX Settembre 111 (tel. 0382 969073)
– Hotel Cavaliere, via Felice Cavallotti 50 (tel. 0382 971128)

Venerdì 8 – Seconda tappa (60 km): da Belgioioso a Piacenza con arrivo più o meno per l’ora di pranzo. Il primo tratto è ancora sulla via francigena ma poi se ne distacca per piegare a sud verso il PO che si incontra per la prima volta a San Zenone al Po.

Sabato 9 – Terza tappa (50 km): da Piacenza a Cremona.

Domenica 10 – Quarta tappa (70 km): da Cremona a Boretto/Brescello con sosta a Casalmaggiore (50 km fino a Casalmaggiore e poi altri 20 fino a Boretto/Brescello)

Lunedì 11 – Quinta tappa (75 km): da Boretto a Ostiglia

Martedì 12 – Sesta tappa (60 km): da Ostiglia a Ferrara

Mercoledì 13 – Settima tappa (60 km): da Ferrara ad Adria

Giovedì 14 – da Adria a Venezia (55 km) e ritorno in treno a Milano: in bici da Adria a Chioggia (35 km), poi traghetto fino all’isola di Pellestrina, altri 10 km di bici lungo l’isola di Pellestrina, poi ancora in traghetto fino al lido di Venezia, 10 km lungo il lido di Venezia e, infine, in traghetto dal lido fino alla stazione FS di Venezia S. Lucia.
Orari traghetti di Venezia qui.

Per tornare a Milano in treno si deve fare una tappa intermedia a Verona perché la bici va trasportata sui regionali.

Il mio stato d’animo, non lo nascondo, è un misto fra il timore di non farcela o di trovarmi tecnicamente in difficoltà nel proseguire e, dall’altra, quella sottile grinta che nasce dall’orgogliosa sfida per un obbiettivo ormai pubblicizzato urbi et orbi e, quindi, irrinunciabile!!!

Buon Vento Erranti !!!
Marco